Special

Spaghetti zucca, salsiccia e funghi porcini (Spaghetti Jack ‘O Lantern)

ottobre 31, 2015
Spagalloween

Gli spaghetti zucca, salsiccia e funghi porcini sono già di per sé un piatto estremamente gustoso, realizzato con ingredienti tipicamente autunnali di altissima qualità e straordinario sapore.

Una ricetta che abbiamo voluto proporre in occasione della festa di Halloween.

A questo aggiungiamo un tocco in più, tra fantasia, gioco e divertimento. Infatti gli spaghetti vengono serviti in maniera anticonvenzionale, non nel semplice piatto, ma bensì nella classica zucca con le sembianze iconiche di Jack O’ Lantern.

Ingredienti:

  • 350 gr. di spaghetti alla chitarra;
  • 450 gr. di zucca;
  • 300 gr. di funghi porcini;
  • 200 gr. di salsiccia fresca;
  • Mezza cipolla;
  • 2 spicchi di aglio;
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva;
  • 2 cucchiai di prezzemolo tritato;
  • Sale q.b.;
  • Pepe q.b.;
  • Mezzo bicchiere di vino bianco.

 

Preparazione:

Pelate la zucca, privatela dei semi, dei filamenti interni e pesate 450 gr. di polpa.

Dopo aver fatto questa operazione, e prima di iniziare a cucinare, potete dedicarvi ad un’operazione chirurgica e divertente: intagliare l’esterno della zucca in maniera tale da dargli le sembianze dell’iconico simbolo di Halloween “Jack O’ Lantern”, all’interno del quale poi potrete servire il piatto finito.

Tagliate la zucca a dadini piccoli, mettetela in una casseruola capiente e fatela rosolare con 2 cucchiai d’olio e un trito finissimo di aglio (1 spicchio).
Fate cuocere la zucca per 15 minuti a fuoco dolce aggiungendo 1 bicchiere di acqua calda fin quando risulterà morbida e parzialmente sfatta.
Private la salsiccia della pelle, tagliatela con un coltello e fatela rosolare in un’altra padella per 5 minuti.
Nel frattempo pulite accuratamente i funghi, preferibilmente porcini.
Raschiate i porcini con un coltello affilato e strofinateli con un panno umido senza lavarli. Tagliateli a lamelle non troppo sottili, metteteli nella padella con la salsiccia, aggiungete 2 cucchiai di olio e un trito finissimo di aglio e cipolla.
Lasciate rosolare gli ingredienti per qualche minuto a fuoco vivace, bagnate con il vino, lasciatelo evaporare e poi aggiungete sale e pepe, continuando la cottura a fuoco moderato per 15 minuti coprendo la padella con il coperchio.
Ai funghi e salsiccia aggiungete la zucca cotta in precedenza e un cucchiaio di prezzemolo tritato, continuando la cottura per 5 minuti.
Nel frattempo cuocete, in abbondante acqua salata, gli spaghetti.
Scolate la pasta, mettetela nella casseruola con il sugo di funghi, zucca e salsiccia e mescolate per pochi minuti aggiungendo il resto del prezzemolo.
Consiglio: se il condimento risultasse troppo asciutto aggiungete un mestolo di acqua di cottura della pasta.
Servite subito con una spolverata di prezzemolo tritato.
Buon appetito e buon Halloween!

Noi abbiamo servito il tutto nella zucca preparata in precedenza, dandogli le sembianze di Jack O’ Lantern.

Il Film: “Psycho”

Agli spaghetti zucca, salsiccia e funghi porcini abbiniamo “Psycho” – di Alfred Hitchcock (1960).
Suspense e terrore sono gli ingredienti immancabili per la notte di Halloween. E il modo migliore per trascorrere la serata più paurosa dell’anno (naturalmente anche divertendosi e mangiando) è quella di vedere un buon film di genere. A noi di “365 spaghetti… e un film al giorno” più che l’horror splatter piace il film d’autore, quello che ti spaventa catturando innanzitutto la mente e solleticando le paure più nascoste.Psycho
“Psycho”, del grande maestro del brivido, è insieme a “Shining” di Kubrick, l’esempio più forte.
Arizona. Marion Crane, segretaria in un’agenzia immobiliare, è innamorata segratamente di un uomo con il quale conduce una relazione privata. Disgustata dalla sua stessa vita, ruba una grossa somma di denaro dal suo studio con la scusa di andarla a depositare in banca.
Durante il lungo viaggio in auto, e dopo aver anche cambiato mezzo, viene sorpresa dalla pioggia e ripara nell’anonimo “Bates Motel”, gestito dal giovane Norman, che vive nella casa accanto insieme all’anziana e invalida mamma. Ma è proprio così o Norman nasconde qualcosa?
Molto probabilmente è il thriller più bello di sempre, costruito magistralmente dal mago del brivido che ci regala numerose sequenza da antologia. La più indimenticabile è certamente quella della doccia.
Il personaggio di Norman Bates è ispirato ad Ed Gein, che tra il 1947 ed il 1957 uccise due persone in Wisconsin, nei pressi di La Crosse e Plainfield e creò delle decorazioni casalinghe con i resti delle vittime.
Un personaggio che ritroviamo anche in “Deranged – Il folle”, in “Non aprite quella porta” e soprattutto nel capolavoro “Il silenzio degli innocenti”, dove è rappresentato dal personaggio di Jame Gumb (detto Buffalo Bill).

Clicca su questa riga per vedere il trailer!

Giudizio critico: *****

Print Friendly, PDF & Email
Spaghetti zucca, salsiccia e funghi porcini (Spaghetti Jack ‘O Lantern) ultima modifica: 2015-10-31T19:26:20+00:00 da tt1l0gwh

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply